TRENT'ANNI CON MORO SCUOLA MEDIA ALDO MORO ......dal 1978

Nel trentennale della morte di Aldo Moro che ricorre il 9 maggio 2008 desidero ricordare quel momento tragico regalando questo dipinto alla scuola dove giunsi proprio nello stesso anno, trenta anni fa, sei mesi dopo il tragico evento.

Ricordo in modo particolare quel giorno....infatti il giorno 8 mi trovavo a Roma proprio in via Caetani, la strada dove il giorno dopo venne ritrovato il corpo di Aldo Moro...ed ebbi una strana sensazione tanto è vero che al mio rientro, la sera stessa, decisi di iniziare questo ritratto al grande politico che continuai il giorno 9 maggio e che terminai in modo affrettato per l'improvviso ritrovamento del suo corpo. La tela reca la data e la firma del 10 Maggio, il giorno nel quale venne esposto nella sala consigliare del Comune di Forlimpopoli per commemorare lo statista. Oggi, a distanza di 30 anni ho voluto completare quell'opera con lo stile e la tecnica puntinista come se vi fosse il desiderio di racchiudere in una sola tela e con due stili che caratterizzarono due momenti diversi del mio lavoro e della mia sensibilità, un periodo così lungo e così importante per la mia stessa vita.

P.s.: Mi trovavo a Roma perchè dovevo recarmi al Ministero della Difesa, che è proprio nelle vicinanze di via Caetani, per risolvere un problema relativo al servizio militare.

30° della Morte di Aldo Moro (9.5.1978)

60° della Costituzione Italiana (1948)

10 MAGGIO 2008 (FOTO)

Appena trentenne, Moro fu eletto nella Commissione dei 75, il gruppo ristretto che stese il testo della Costituzione poi approvata dall'assemblea generale, e fu proprio sulla base della "griglia" impostata da Moro che si avviarono i lavori. Non è un segreto che lo schema di Moro rifletteva le indicazioni dello schieramento rappresentante la dottrina sociale della Chiesa, una dottrina aggiornata nel Codice di Camaldoli e favorita dalla spinta internazionale del rooseveltismo. Moro fu anche cruciale nel mediare, nella scrittura del testo, le spinte che venivano dalla sinistra, e cioè dal partito comunista, già distinguendosi per la capacità che poi lo chiamò a gestire i passaggi più delicati della vita politica del paese.

HOME