L’ATTIVITA’ARCHEOLOGICA E’ STATA EFFETTUATA DAL 1987 CON LA COLLABORAZIONE DEL GRUPPO ARCHEOLOGICO ULISSE BUZZI 

COS'E' L'ARCHEOLOGIA ?

 

CHI E' L'ARCHEOLOGO E COSA DEVE CONOSCERE: LE DISCIPLINE CHE COLLABORANO

DISCIPLINE STORICHE -DISCIPLINE TECNICHE - DISCIPLINE ARTISTICHE

DOVE CERCARE :DELIMITAZIONE PROGRESSIVA DELLA ZONA

FONTI SCRITTE - ANTICHE CARTE - TOPONOMASTICA - MITI/LEGGENDE

RICERCA SISTEMATICA DEL SITO

a)AEREA................. b)DIRETTA.......c)RITROVAMENTO CASUALE

a-PERMETTE DI VEDERE 

 OCCORRE:

-vigilare

-idrografia -documentare

-vegetazione -segnalare

-fitogenesi - verificare

-esame stereoscopico

 

LA LOCALIZZAZIONE ....................LA RICOGNIZIONE

OSSERVAZIONE DALL'ALTO CON LUCE A 30°(tav.N°7) -

-Con procedimenti magnetici o elettromagnetici (metaldetector)

-Con sonde stratigrafiche (carotaggi)

-A Vista

-Raccolta e studio del materiale

-Posizionamenti in carta

SCAVO:

-Automizzazioni-Sovrintendenza-Padroni del sito-Capo Cantiere -Fascicolo cantiere-Giornale di scavo-Schede Us. gruppo di lavoro:-Direttore-Disegnatore-Fotografo-Scavatori o pulitori

 

STRATIGRAFIA:

-Formazione Unità Stratigrafica (Positive o Negative)

-Diagramma stratigrafico

 

COSA FARE AGLI OGGETTI PRESENTI O RITROVATI? :

-Lo strato va sfogliato- Il pezzo va mantenuto inglobato

-Fotografare il reperto -Schizzare il reperto -Rilievo del reperto (con orientamento Nord; con misuratore e lavagna) -Prelievo di materiale

-CONSERVAZIONE E STUDIO DEI REPERTI (pulitura, divisione per materiali e per tipologie, disegno, fotografia, ricomposizione e restauro)

-Il DISEGNO o RILIEVO DEL REPERTO

-Il RESTAURO

-IL RAFFRONTO TIPOLOGICO

-RIPRODUZIONE O RICOSTRUZIONE PLASTICA DELL'OGGETTO

 ....IL SUOLO

-Si inizia questo percorso di lettura del parco da un'analisi del terreno che rappresenta la componente preponderante e determinante per il futuro del parco stesso. La conoscenza del suolo può essere indispensabile per la protezione dell'area . Il SUOLO infatti rappresenta una delle risorse limitate e assieme all'aria necessita sempre più di un controllo per evitarne la degradazione, l'inquinamento ed un consumo indiscriminato. La conoscenza chimico- fisica del terreno è necessaria per una gestione più razionale di tipo economico e forestale.

-Le ERE geologiche, l'OROGENESI tettonica, gli aspetti GEOLOGICI del Parco, le caratteristiche dell'arenaria, il deterioramento e il restauro delle rocce in arenaria..

 

VAI A CONOSCENZE STORICO-ARCHEOLOGICHE   DELLA SPINA VERDE

HOME            O             PRESENTAZIONE